PROGETTO “FUMETTI IN CLASSE” – MATITE E COMUNICAZIONE MUSEALE

320

PRESENTATO IL PROGETTO

“FUMETTI IN CLASSE” –  MATITE E COMUNICAZIONE MUSEALE

 PROMOSSO DAL MUSEO ARCHEOLOGICO METAUROS E

DALL’ISTITUTO COMPRENSIVO PENTIMALLI

CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI GIOIA TAURO

 LA MOSTRA RESTERA’ APERTA FINO AL 25 GIUGNO CON INGRESSO GRATUITO

Si è svolta il 6 giugno la manifestazione promossa dal Museo Archeologico Mètauros di Gioia Tauro – Ministero della Cultura, dal titolo “Matite e comunicazione museale”, presso la sede del Le Cisterne, un evento realizzato in maniera sinergica con altre importanti istituzioni del territorio come il Comune di Gioia Tauro e l’Istituto Comprensivo 1 “F. Pentimalli” e con la collaborazione dell’Associazione Nati per Leggere e dell’Associazione FotoAmatori Gioiesi.

Una risposta di pubblico e appassionati importante, con la partecipazione di famiglie e studenti, un momento ideale di confronto e bilanci, alla fine dell’anno scolastico.

L’evento proposto è frutto dell’attenzione del Ministero della Cultura per le giovani generazioni, un processo di vicinanza a cui il Museo Mètauros ha aderito fortemente, basato sull’impegno didattico e formativo, al fine di valorizzare il patrimonio e di avvicinare bambini e ragazzi ai luoghi della cultura. L’Istituto “F. Pentimalli”, da sempre attento alle innovazioni didattiche e al desiderio di intraprendere nuovi e sinergici rapporti con gli enti culturali del territorio, ha abbracciato con entusiasmo il progetto: nello specifico, la classe II D , partendo dall’esperienza iniziata a novembre2022 con Libriamoci Off, campagna nazionale promossa dal Ministero della Cultura, a seguito della lettura del libro “Il castello di Pentadattilo”, ha iniziato a documentare il proprio feedback emozionale attraverso una riscrittura per immagini, per poi continuare con laboratori ludico-didattici (in classe e presso l’ente museale), fino alla realizzazione ultima dei fumetti. Il tutto voluto e veicolato dall’insegnante di Lettere, Prof.ssa DanielaGianesini. Niente di tutto questo sarebbe stato possibile senza l’incoraggiamento del Dirigente Scolastico, Prof. Domenico Pirrotta, il prezioso supporto del Dott. Pietro Idone, referente dei servizi educativi Museo archeologico Metauros, e il caloroso abbraccio dell’Arch. Simona Bruni, Direttore Museo Archeologico Metauros e Museo Archeologico Lametino.

L’evento è stato diviso in due momenti, uno mattutino e uno serale.

La mattina è stato presentato il progetto “Matite e comunicazione museale: laboratori ludico-didattici per una valorizzazione del patrimonio”.

La discussione è stata aperta dai saluti istituzionali del Sindaco di Gioia Tauro Cap. Aldo Alessio e dal Dirigente Scolastico Prof. Domenico Pirrotta, i quali hanno sottolineato l’importanza del confronto per la crescita del territorio e degli studenti.

Sono stati trasmessi due brevi video con gli interventi di Federico Manzone, tra i fumettisti più importanti del panorama nazionale e autore del fumetto Metauros e di Riccardo Consoli, archeologo del territorio con cui gli studenti si erano confrontati in autunno in Libriamoci Off.

Di seguito, il Direttore del Museo Mètauros Arch. Simona Bruni ha evidenziato l’importanza della comunicazione nella valorizzazione del patrimonio culturale italiano, ringraziando l’Istituto scolastico per aver sposato il progetto di collaborazione, come momento di incontro per la realizzazione di buone pratiche al servizio dei cittadini, partendo dai più giovani.

Il Vicesindaco e Assessore alla Cultura Dott.ssa Carmen Moliterno ha ripercorso le recenti manifestazioni culturali organizzate, come il Maggio dei Libri, e ha elogiato i percorsi sinergici avviati, elencando i tanti progetti realizzati con le scuole del territorio e le forze dell’ordine, concludendo ringraziando il Museo per questa attività importante.

A seguire, il Dott. Pietro Idone, referente dei servizi educativi del Museo, ha sottolineato l’importanza del progetto didattico come modello di interazione e acquisizione di capacità relazionali e abilità per gli studenti, che può rientrare tra le buone pratiche del settore.

La Prof.ssa Daniela Gianesini, dopo aver spiegato l’evoluzione del progetto, ha poi ringraziato gli studenti per l’impegno e la dedizione mostrati nel percorso durato diversi mesi e che li ha visti protagonisti, un impegno che porterà frutti importanti nel tempo e che ha consentito loro di acquisire nuove capacità.

La Prof.ssa Stefania Spezzano ha concluso con i saluti, auspicando una continuità in questo percorso e complimentandosi con i ragazzi per il progetto realizzato.

In serata è stata inoltre inaugurata ufficialmente l’installazione temporanea “Fumetti in Classe”, a cura degli alunni della II D dell’Istituto Comprensivo “Pentimalli”,egregiamente guidati dalla Professoressa Daniela Gianesini.

L’inaugurazione è stata preceduta da una bellissima riflessione, che ha visto un importante coinvolgimento delle famiglie, dal titolo “Parole e Immagini: l’importanza della lettura”, con l’Associazione Nati per Leggere Calabria. Dopo i saluti del Direttore del Museo Arch. Simona Bruni, la Dott.ssa Tiziana Scarcella, Referente AIB Calabria – Progetto Nati per Leggere, ha evidenziato come gli incontri culturali e la diffusione della lettura, soprattutto tra i giovanissimi e in età prescolare, rappresentino una ricchezza per tutto il territorio, specie se frutto del confronto tra istituzioni, con la condivisione delle famiglie.

La serata ha visto poi gli interventi della Prof.ssa Daniela Gianesini e le letture della volontaria Nati per LeggereDott.ssa Angela Pacilè.

L’installazione temporanea“Fumetti in classe” resterà aperta fino al 25 giugno 2023 e proporrà un viaggio per amanti del territorio e delle sue storie, a partire da ciò che è loro più vicino, un quartiere tipico del proprio paese, il Pian delle Fosse, dal titolo “Un salto nel passato nella Piana di Gioia Tauro”; abbracciando poi un importante polo culturale della città, il Museo Metauros e la ricchezza della collezione museale del presidio territoriale del Ministero della Cultura, “La maledizione del fantino”; finendo il viaggio, in ultimo, dal punto da cui tutto è iniziato, la meravigliosa e misteriosa località di Pentedattilo, luogo simbolo della regione Calabria, oggetto del fumetto “Lo scettro delle cinque dita”.

 

 

 

 

Allegati

In this article
MENU
Chiudi